cos'è un imballaggio

Che cos’è un imballaggio per la normativa ambientale?

Cos’è un imballaggio? Distinguere i rifiuti da imballaggi da altri rifiuti in carta o plastica non è sempre facile. Vediamo assieme come il Testo Unico dell’Ambiente ci aiuta nella distinzione di un imballaggio da un rifiuto


Cos’è un imballaggio? Ecco cosa prevede la normativa ambientale

Cos’è un imballaggio? L’art. 218, c. 1, lett. a), del T.U. Ambientale definisce “imballaggio”: “il prodotto, composto di materiali di qualsiasi natura, adibito a contenere determinate merci, dalle materie prime ai prodotti finiti, a proteggerle, a consentire la loro manipolazione e la loro consegna dal produttore al consumatore o all’utilizzatore, ad assicurare la loro presentazione, nonché gli articoli a perdere usati allo stesso scopo”.

Definizione specifiche

Col fine di specificare ulteriormente la definizione su che cos’è un imballaggio, si rimanda all’Allegato E alla Parte IV del T.U. Ambientale, di cui riportiamo le definizioni principali:

  1. sono considerati imballaggi gli articoli che rientrano nella definizione normativa, fatte salve altre possibili funzioni dell’imballaggio, a meno che tali articoli non siano parti integranti di un prodotto e siano necessari per contenere, sostenere o preservare tale prodotto per tutto il suo ciclo di vita e tutti gli elementi siano destinati ad essere utilizzati, consumati o eliminati insieme;
  2. sono considerati imballaggi gli articoli progettati e destinati ad essere riempiti nel punto vendita e gli elementi usa e getta venduti, riempiti o progettati e destinati ad essere riempiti nel punto vendita, a condizione che svolgano una funzione di imballaggio;
  3. i componenti dell’imballaggio e gli elementi accessori integrati nell’imballaggio sono considerati parti integranti dello stesso. Gli elementi accessori direttamente fissati o attaccati al prodotto e che svolgono funzioni di imballaggio sono considerati imballaggio a meno che non siano parte integrante del prodotto e tutti gli elementi siano destinati ad essere consumati o eliminati insieme.

Leggi qui I rifiuti di imballaggi sono assimilabili ai rifiuti urbani?

Quali sono i rifiuti da imballaggio

I rifiuti da imballaggio sono quelli della famiglia CER 15 – Rifiuti di imballaggio, assorbenti, stracci, materiali filtranti e indumenti protettivi (non specificati altrimenti). I rifiuti da imballaggio più comuni sono:

15.01.01 imballaggi in carta e cartone
15.01.02 imballaggi in plastica
15.01.03 imballaggi in legno
15.01.04 imballaggi metallici
15.01.05 imballaggi in materiali compositi
15.01.06 imballaggi in materiali misti
15.01.07 imballaggi in vetro
15.01.09 imballaggi in materia tessile
15.01.10 imballaggi contenenti residui di sostanze pericolose o contaminati da tali sostanze (pericoloso)
15.01.11 imballaggi metallici contenenti matrici solide porose pericolose (ad esempio amianto), compresi i contenitori a pressione vuoti (pericoloso)
15.02.02 assorbenti, materiali filtranti (inclusi filtri dell’olio non specificati altrimenti), stracci e indumenti protettivi, contaminati da sostanze pericolose (pericoloso)

15.02.03 assorbenti, materiali filtranti, stracci e indumenti protettivi, diversi da quelli di cui alla voce 15 02 02

Conclusioni su imballaggi e rifiuti da imballaggio

Per individuare correttamente un rifiuto da imballaggio, contraddistinto appunto dalla codifica CER 15.xx.xx, è importante identificare se tale rifiuto proviene da un processo produttivo che ha utilizzato/processato un imballaggio definito come sopra dal T.U. Ambientale.

Scopri anche Il CONAI. Cos’è e come funziona il Consorzio Nazionale imballaggi

Se questo articolo ti è piaciuto e lo hai trovato utile, condividilo con colleghi, amici e persone che potrebbero essere interessate. Nel frattempo, se vuoi ricevere mensilmente la raccolta degli articoli pubblicati su Rifiutoo puoi iscriverti alla Newsletter oppure seguire Rifiutoo sui canali social.

Leggi anche le altre notizie